Opere nel mondo
Ricerca avanzata

Una scelta, 1957

a) piombo, cemento e stagno
b) bronzo patinato
a) 46,5 × 121,5 cm
b) 48 × 124 cm
a) 1 esemplare
b) 2 esemplari
AP 45
CAT. 52

Foto: Dario Tettamanzi - piombo, cemento e stagno

(scheda 52 del Catalogo ragionato)


Nel 2013 Flaminio Gualdoni colloca gli esordi di Arnaldo Pomodoro, alla metà degli anni Cinquanta, "nel cuore del dibattito più acceso sull’art autre, alimentato in Italia dalla componente non secondaria delle ipotesi di nuovo naturalismo elaborate da Francesco Arcangeli. Per taluni questo momento è un punto d’arrivo. Per altri, giovanissimi come Pomodoro, è un clima del quale s’avvertono già i sintomi di crisi e la necessità impellente d’un superamento, soprattutto in chiave antiretorica. La sua è una scultura silenziosa e introversa, poetica ma a ciglio perfettamente asciutto. Una scultura capace della modernità estrema, perché consapevole della propria fondante ragione atavica".